top of page

Il restauro del portone di Santa Maria delle Grazie

Cari amici, come si può rilevare dalle foto allegate, il portone metallico della chiesa di Santa Maria delle Grazie è ritornato al suo antico splendore grazie al restauro effettuato da chi, a suo tempo, lo aveva forgiato ossia mastro Ciccio Talarico.

Il recupero e la ristrutturazione del vecchio portale sono stati fortemente voluti e sponsorizzati dalla nostra Associazione e io, in qualità di Presidente della stessa, desidero manifestare la mia stima e la mia gratitudine al nostro rinomato artigiano e agli amici e soci Domenico Madera e Luigi Fullone per aver contribuito alla realizzazione dell’obiettivo, nonché al nuovo parroco don Umberto Sapia per averci rilasciato tempestivamente l’autorizzazione. In pari tempo mi è gradita l’occasione per rivolgere un devoto pensiero al compianto don Alfonso Cosentino, a suo tempo, committente dell’opera.

Concludo riportando, a beneficio dei più giovani, quanto scrive mastro Ciccio nella sua autobiografia in relazione alla costruzione del manufatto.

"Quest’opera, commissionatami dal compianto don Alfonso Cosentino, dopo che altri artigiani da Lui interpellati non avevano dato la loro disponibilità a realizzarla, l’ho costruita nel vecchio frantoio di mio nonno (Don Ciccio Urso), avvalendomi di pochi attrezzi fra cui uno smeriglio angolare e una saldatrice. Ed è proprio per questo motivo, ossia per averla realizzata nel 1963, al mio ritorno dalla Germania, quindi in giovanissima età, e con pochi mezzi a disposizione, che io la considero una piccola opera d’arte. E tale fu considerata anche da don Alfonso che rimase piacevolmente sorpreso nel vederla tant’è che mi fece i complimenti manifestando apprezzamento per le mie capacita artigianali e il mio valore".

Un cordiale saluto.

Pietrapaola,07/12/2022

Il Presidente









Comments


bottom of page